News

Livingoffice ha ospitato il 5/6 Dicembre, presso la sua sede in Via del Porto Fluviale 9 a Roma, la prima edizione del corso di formazione sul ruolo strategico del Facility Management, organizzato da RICS Italia.

Tenuto da Antonio Ive, FRICS, Country Manager di ISS Facility Services, il corso “Facility Management: Servizi innovativi e miglioramento continuo” si è articolato in 8 moduli erogati in una giornata e mezza di frequenza. Al termine è stato rilasciato un attestato di frequenza valido ai fini della CPD formale (10 ore CPD).

Il corso è stato sviluppato per approfondire alcuni aspetti chiave pratico-operativi del FM.
Attraverso un focus attento si è guardato alle evoluzioni delle organizzazioni aziendali e le varie filosofie di gestione, le relazioni commerciali nel segmento dell’Outsourcing in generale e del Facility management in particolare.

È stata analizzata la motivazione all’adozione del Facility Management con riferimento ai meccanismi mentali e comportamentali che regolano la decisione all’acquisto di servizi innovativi e i relativi criteri decisionali nonché il mercato del FM e la crisi finanziaria ove il FM può essere considerato anti ciclico.
Programma RICS
Non sono stati esclusi gli aspetti legali e contrattuali nella loro articolazione in accordo di confidenzialità, in contratto di espletamento di servizi ed in contratto di cessione di ramo d’azienda, così come gli aspetti tecnici quali la Maintenance management strategy come metodologia, o processo, usata per analizzare e migliorare continuamente la manutenzione e l’operatività delle facility.

Quindi approccio che assicura che decisioni di business consapevoli ed informate siano prese e che possano favorevolmente influire sull’economia, sull’ambiente e sulla salute attraverso una manutenzione efficace ed in linea con gli obiettivi di business.

Infine sono stati presi in considerazione cenni sull’Information Technology a supporto del FM, ivi incluso il Computer Aided Facility Management System. Sarà trattata la tematica del “Continous improvement” e del SIX SIGMA per poi concludere con l’evoluzione del FM e i rischi latenti in una operazione di outsourcing: se si conoscono, si evitano.